I rossi rossissimi, i gialli senza pudore,
gli aranci sfrontati, verde, fucsia e
lilla in gara per sorprendere

Quello tra Coveri e l'arte contemporanea
è da sempre un legame stretto, complice,
condito di sollecitazioni e influenze
reciproche.

“Di quella stagione immemore e
spensierata che furono gli anni Ottanta,
Enrico Coveri fu un astro la cui orbita
si muoveva nel segno dell’energia
e del vitalismo”.

Enrico Coveri nasce a Prato nel 1952.
E’ un uomo cordiale, simpatico, mondanissimo
e molto coraggioso. Frequenta l’Accademia di
Belle Arti e nel 1973 inizia una fortunata esperienza di
stilista per Touche dove ha modo di esprimere
e di affermare il suo personale talento.

Nel 1977, a soli venticinque anni, Enrico Coveri
presenta la sua prima collezione a Parigi in quella
che da secoli era la capitale della moda.
Fu un successo straordinario che gli spalancò
le porte del mondo della moda, facendolo entrare
a contatto con la mondanità artistica e culturale
di quel periodo.